STARTUP DELL’ANNO 2013

STARTUP DELL’ANNO 2013

Date 3 aprile 2013

NISO BIOMED è la Start Up dell’Anno 2013!

Rovereto, 31 maggio 2013

Trionfa il biomedicale all’Edizione 2013 del Premio Start Up dell’Anno, il tradizionale riconoscimento ideato da PNICube (l’Associazione italiana che riunisce gli incubatori universitari) per dare visibilità alle imprese innovative che nei primi anni di vita hanno raggiunto i migliori risultati economici e qualitativi e al contempo monitorare i risultati ottenuti con le business plan competition e con le attività di incubazione svolte dai soci dell’Associazione.

In giuria operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa. I premi sono stati assegnati oggi al Parco Tecnologico di Rovereto (TN).

NISO BIOMED produce e commercializza dispositivi diagnostici per i settori della gastroenterologia e della prevenzione dei tumori, con tecnologie innovative che tra i vantaggi hanno il miglioramento delle diagnosi, la riduzione dell’invasività, la semplificazione dei processi sanitari (operativi e organizzativi) e l’abbattimento dei costi. Il dispositivo con il quale si sono presentati alla competizione potenzia l’endoscopio per diagnosi in real time durante l’esame gastroscopio di Helicobacter Pylori e l’individuazione dei fattori di rischio neoplastico per tumori allo stomaco e al colon. Il dispositivo analizza il succo gastrico comunemente aspirato ed eliminato durante l’esame endoscopico fornendo due risultati (in 15 secondi e 60 secondi) che vengono trasmessi all’endoscopista in modo che possa confrontare le informazioni con l’osservazione ottica della mucosa che sta conducendo con l’endoscopio. Tra i benefici ci sono la forte riduzione delle biopsie e esami istologici, il referto in tempo reale, la riduzione liste d’attesa per automazione/velocizzazione della gastroscopia e la riduzione del carico di lavoro dell’anatomia patologica.

Benefici che hanno convinto la giuria che gli assegnato il titolo “Start Up dell’Anno 2013 per la proprietà tecnologica dell’azienda e la competenza di un team di grande esperienza oltre alle proprietà del prodotto di penetrare i mercati internazionali”.

Come vincitrice dell’edizione 2013 NISO BIOMED ottiene un contributo in denaro di 5mila euro e il riconoscimento denominato “Premio dei Premi”, assegnato alle migliori innovazioni del settore dell’università e della ricerca pubblica conferito dal Presidente della Repubblica Italiana. NISO BIOMED ha conquistato anche il riconoscimento assegnato dall’Agenzia governativa per lo sviluppo economico del Consolato Britannico grazie al quale potrà partecipare, in Gran Bretagna, ad un “Bootcamp” finalizzato allo sviluppo della strategia di business nel Regno Unito.

Il Premio per la categoria Parchi Scientifici è invece stato assegnato a G&Life, azienda che utilizza la genetica per migliorare la qualità della vita e lo stile di vita delle persone attraverso lo sviluppo e la commercializzazione di servizi personalizzati di benessere basati sull’analisi del DNA. Questi servizi in pratica sono programmi nutrizionali personalizzati e test per ottenere risultati migliori e più veloci nella perdita di peso e mantenere il benessere. I test vengono venduti in forma di kit contenente un questionario e un tampone buccale per il campione di DNA. I clienti, dopo aver raccolto la saliva e aver compilato un questionario, ricevono dopo poche settimane il loro programma nutrizionale personalizzato. Tutti i servizi forniti comprendono la consulenza di esperti dietologi. La giuria ha premiato i triestini “per la capacità di rendere fruibile con successo sul mercato un sistema di diagnostica genetica che esprime una domanda di mercato in grande crescita”.

Accanto a questi, l’Ambasciata di Francia in Italia ha inoltre assegnato un riconoscimento per i “Giovani innovatori italiani in Francia 2013”. Le tre aziende che potranno fruire di un programma personalizzato e gratuito di incontri in Francia interamente organizzato da RETIS, la rete francese dell’Innovazione, sono: Tensive, Wise e, per la sezione parchi tecnologici, Solwa.

TENSIVE è un’azienda di Milano attiva nel settore biomedicale che produce e commercializza innovative protesi vascolarizzabili per medici, chirurghi e dentisti che abbiano bisogno di rigenerare ossa e tessuto adiposo di spessore maggiore rispetto a quello comunemente a loro disposizione. L’innovazione sta nel tipo di materiale biocompatibile che facilita la vascolarizzazione nelle zone trattate.

WISE, sempre di Milano e sempre del settore biomedicale, sviluppa, produce e commercializza una nuova classe di elettrodi utili per la cura del dolore cronico e per le patologie neurodegenerative il morbo di Parkinson. Gli elettrodi attualmente in commercio hanno una struttura rigida che ne causa spesso la dislocazione e la rottura. L’innovazione presentata da Wise consiste nel rendere questi elettrodi altrettanto efficaci nel risultato ma elastici e quindi maggiormente flessibili e adattabili ai movimenti delle persone.

SOLWA, azienda padovana nata nel parco scientifico e tecnologico di Venezia, è la nuova realtà internazionale nel mondo della depurazione delle acque che si distingue per proporre soluzioni innovative e differenti dalle comuni tecnologie attualmente impiegate per la depurazione delle acque. Il Modulo Solwa, tecnologia brevettata, è un prodotto innovativo, efficiente e basato esclusivamente sull’utilizzo di energie rinnovabili che ha la caratteristica peculiare di estrarre la componente acquosa dalla matrice che in esso viene inserito. Le Nazioni Unite hanno dichiarato il Modulo Solwa (nella sua applicazione per l’acqua) come una delle “Innovazioni per lo Sviluppo dell’Umanità”, inserendolo nel loro Programma di diffusione IDEASS.

CONDIVIDI